Italy Marostica Human Chess Game Scacchi Planturista
07.09.18 - 09.09.18

La leggenda della Partita a Scacchi risale al lontano 1454, quando Marostica era una delle fedelissime della Repubblica di Venezia.

Si narra che due valorosi guerrieri, Rinaldo D’Angarano e Vieri da Vallonara, si innamorarono della bella Lionora, figlia del Castellano Taddeo Parisio, e per la sua mano si sfidarono a duello, come era di costume di quei tempi.

Per evitare il duello, il Castellano decise che la figlia Lionora sarebbe andata in sposa a chi tra i due rivali che avesse vinto la partita al nobile gioco degli scacchi.

L’incontro però si sarebbe svolto nella piazza del Castello da basso con pezzi grandi e vivi, armati e segnati delle insegne di bianco e di nero.

La sfida sarebbe stata onorata anche da una mostra in campo di uomini d’arte, fanti e cavalieri, fuochi e luminarie, ballerine, suoni e danze.

Rinaldo d’Angarano e Vieri da Vallonara ordinarono le mosse ed al termine della disfida un tripudio di fuochi, luci e grida festose salutarono il vincitore.

Oggi come allora l’emozione si rinnova, in una fastosa cornice di costumi preziosi e di gonfaloni, affascinanti dame ed intrepidi cavalieri, scherzosi zanni, giocolieri e sputafuoco, rinnovando negli animi il sapore antico di una appassionante storia d’amore.

Partita a Scacchi di Marostica da Planturista Blogger
Lotta medievale di scacchi con fuochi d'artificio e danze